giovedì 20 ottobre 2016

Ascoli Piceno e il terremoto


Ascoli Piceno, 20 ottobre 2016.Il cielo è sempre strano e impensabile, non si sa dire se sia nuvoloso o sereno, di mille colori , dal bianco al violetto, al grigio, al rosa, ci sono nubi verticali a forma di tromba o di uomo col bastone.L'aria è ferma, a tratti percorsa da correnti improvvise,umide o secche, gelide o calde. Tutto sommato pare una  stasi intervallata da minacce che si dissipano. Una cittadina di 45.000 abitanti è diventata un'incombenza generale, è pervasa da un'incombenza.
 Dentro casa scricchiolii continui, dovuti alle piccole scosse. In giardino l'erba è ricresciuta lì dove era stata piantata la tenda dove abbiamo dormito per due settimane.La quotidianità viene rispettata ed adattata ai sentimenti di precarietà e di instabilità.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...