martedì 26 agosto 2014

Cronache di campagna, di aerei che si scontrano e di umili contadini

Martedì 19 agosto mi trovavo alle 16 in punto davanti alla mia passività (negozio) accingendomi ad aprirla, quando una terribile esplosione  scosse i mei nervi già in avanzato stato di disfacimento.
La mia passività è si trova  a circa 5 km dall' altra mia passività che è casa mia, appena fuori Ascoli.
Presi l'ora esatta, comprendendo   che il destino mi stava nuovamente facendo pernacchie e che doveva aver fatto di gran lunga peggio a qualcun altro. Pregando appunto  che nessuno si fosse fatto male  per quel terribile botto  quel giorno ho aperto e mi sono messa a cercare notizie su cosa accidenti avesse scosso così la città, finchè una telefonata mi ha avvisata che certi parenti avevano chiamato da San Benedetto chiedendo se eravamo vivi e cos'era stato quel botto.
Accidenti, ho pensato, l'hanno sentito  a 35 km di distanza. E sono rimasta in attesa.Mezz'ora dopo sono arrivate le prime notizie  confuse sul fatto che incredibilmente due aerei si erano scontrati nelle vicinanze della città, ma io non gli volevo credere. Mi sono detta: mica è un' autostrada, sarà pure difficile  come due mosche che si scontrano. In ogni caso  conoscendo  il grado  di bizzarria della mia città (e della mia vita) sono rimasta in campana. Intanto  la folla si radunava fuori dalla mia passività guardando verso sinistra. Verso casa mia, per la precisione.Siccome mi sono accorta che non era per fare un assalto di compere nel mio negozio, sono uscita anch'io a vedere  cosa stessero guardando e ho visto in fondo in fondo verso casa mia un nuvolone di fumo che si alzava dalle colline. Orpo, ho pensato, allora il botto  è stato  più vicino di quel che si vociferava. Così ho chiamato il marito e gli ho consigliato di andare a vedere  lo stato di casa nostra. La strada , di solito vuota, era intasata di macchine di curiosi che fotografavano e riprendevano  le fiamme ed il fumo. Casa mia era in piedi ma assurdamente vicina al luogo del disastro,  col cielo arrossato e fumo e le le colline intorno che bruciavano.Sirene ed elicotteri dappertuto La mia vicina di casa  settantenne stava pulendo i fagioli  e mi ha raccontato testualmente: "Li guardavo volare e facevano così tante acrobazie e rumore che a un certo punto ho pensato- mo si scontrano- e si sono scontrati immediatamente dopo!!!! La palla di fuoco è stata immensa".Le due notti seguenti è stato impossibile dormire per gli elicotteri e i canadair che ci volavano sopra casa. In seguito ci sono state anche polemiche  sui giornali per le dichiarazioni dei testimoni oculari. La definizione  che  stimava la quota degli aerei "altezza quercia" è stata molto criticata  dai
cosidetti esperti sul web come di pura fantasia.Le proteste  di alcuni per il rischio patito sono state zittite dagli stessi esperti per i quali un contadino non è in grado di stimare il grado di sicurezza offerto dall'Areonautica Militare ai suddetti umili contadini. Zitti e non rompete che poteva andar peggio.E non raccogliete i prodotti dei vostri orticelli , che sono ora conditi al benzene e potrebbero risultare  tossici persino a voi. (Io li mangio lo stesso e amen, ma la mia passione è stata fortemente scoraggiata ndr)
Qui gli allarmi delle case e delle attività già suonavano prima dell' esplosione a causa  del notevole rumore  prodotto dai velivoli inoltre sempre prima dell'impatto i pompieri ricevettero telefonate dai cittadini  allarmati. Prima che un ascolano prenda il telefono  per chiamare  qualsivoglia autorità deve avere un assolutamente certo motivo, data la loro proverbiale flemma e fede in  Sant'Emidio.Insomma, siamo come i galli di Uderzo, l'unica paura che abbiamo è che il cielo ci possa cadere sulla testa, esattamente quanto sembrava fosse accaduto martedì scorso Insieme a l cielo son caduti anche i quattro piloti, ed è l'aspetto tragico di questa vicenda, a prescindere d qualsiasi altra  considerazione presente o futura..
Domenica si è sentita un'altra esplosione, più piccola.Speriamo basta. Voci non confermate parlano delle cariche esplosive a tempo  sotto i sedili,delle quali non immagino la funzione, e prontamente nuovi elicotteri si sono involati spruzzando schiuma, che non sarà certo di origine alimentare. 


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...