mercoledì 30 luglio 2014

Il diritto di chiamare "amore" il cane

Ho letto su Blasting un articolo intitolato"il diritto di chiamare amore il cane".
La redattrice giustamente evoca il diritto ad amare il proprio cane alla luce del sole, senza temere i commenti sarcastici  dei poveri si spirito.In effetti sia che chiami "amore" tuo marito o tuo figlio o il cane , spesso si leva qualche commento sagace  e di dubbio gusto al riguardo da parte di qualche astante evidentemente invidioso del fatto che ancora esistano rapporti  affettuosi . Il che è una constatazione alquanto dolorosa.
Da bambina (anni 60-70) ricordo il fastidio di trovarmi circondata da adulti estranei che mi facevano mille moine e di dover essere costretta a rispondere loro  con educazione  dalla mia nonna cerbero, sui tram, da conoscenti , al parrucchiere.Sempre le solite domande: come ti chiami, quanti anni hai, vuoi la caramella ecc.Oggi non mi capita di vedere tali attenzioni rivolte ai bambini: un bambino timido  può andarsene in giro tranquillamente che  tanto nessuno se lo fila. Sono i cani a dover stare in campana, nonostante, diversamente dai bambini, facciano la cacca in strada.
 L'altro ieri una signora in strada (avevo ancora il sacchettino della sua popò in mano) si è messa a conversare con la mia cagnetta ( irosa, testarda, diffidente, asociale bestiola che vive con me da anni) , salutandola, offrendole il gelato e  chiedendole se la tratto abbastanza bene,  senza degnarmi che di un unico sguardo indignato per l'cchio un pò cisposo della bestiolina oggetto delle sue attenzioni. In quel momento, sì, mi son domandata davvero se sia il caso di chiamare in pubblico  "amore" il proprio cane, più che altro per non alimentare certe distorsioni.
La signora almeno non mi ha criticata  perchè il cane non rispondeva  alle sue domande, né ha tentato effusioni improvvise  che scatenano quasi sempre un  suo ( del cane)silenzioso, fulmineo morso , grazie al cielo, ma perchè mi ha ignorata completamente?Non ho un musetto abbastanza simpatico? devo smettere di depilarmi? che accidenti potrei fare per guadagnarmi  un briciolo di considerazione umana?Non arriverei a farla in strada, c'è un limite.Non si è poi resa conto di quanto sia disgraziato ed immeritevole di tali effusioni il mio cane??? Che ingiustizia...

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...