lunedì 17 settembre 2012

pubblicità pro-sesso

Penso che tra poco verrà istituzionalizzata e defiscalizzata , pur lasciandole quel minimo margine di pruderie implicita utile ad eccitare gli animi. All'uopo, appunto.
Non c'è nulla di male nel divertimento privo di coercizione, di qualsiasi tipo  sia, quindi non credo di essere motivata da profonde inibizioni o moralismi , nello scrivere di questo.
Qualsiasi rivista femminile,  indirizzata  ossia ad un pubblico femminile, riporta  almeno un articolo su come essere più belle, desiderabili , seduttive,glamour, ovviamente, allo scopo  di incentivare le proprie attrattività  ed attività sessuale Sulla pagina di libero e di yahoo ogni giorno ci sono articoletti densi di particolari su come farlo impazzire a letto.Il luogo dove si trova il punto G è ampiamente investigato.
Anche i telegiornali insistono pesantemente sulle prerogative della chirurgia plastica per sembrare più giovani ed infatti nella vita quotidiana capita sempre più spesso di vedere volti artefatti irrigiditi dal botox.Per  logica credo che la storiella di voler piacere a se stesse abbia dei limiti dovuti al fatto che Dio ci ha fatto gli occhi  rivolti all'esterno e non puntati solo alle nostre cosce.Poi, per induzione,  ci sono quei  fenomeni, tristi,  tipo anoressia,bulimia depressione, ansia, uso di droghe per disinibirsi meglio perchè la frustrazione affettiva viene confusa con la incapacità sessuale seduttiva.C'è anche un'apposita letteratura denominata chick-lit ( letteratura per galline) le cui storie hanno per happy end la seduzione con matrimonio.Perchè le donne vogliono ancora il matrimonio come fine ultimo della seduzione. Perchè, spesso, dalle attività di coppia nascono figli,  per sbaglio o per inconsulte trattative  a sfondo ricattatorio.Perchè per una donna è  poi difficile o impossibile crescere dei figli da sola.Quindi l'uomo dei sogni, in questi romanzi è sempre bello, ricco ( per garantire il mantenimento dei figli), un pò chiuso e geniale. Sono clichè femminili paragonabili alle schiave o alle padrone  sessuali in tacchi a spillo e cuoiame vario dei maschi Sono  romanzi spesso  divertentissimi, tipo la serie di " I love shopping".
L'ultimo eclatante   fenomeno in tal senso  è stato quello del romanzo porno soft che ha battuto nelle vendite Harry Potter in cui vengono riuniti entrambe i clichè maschili e femminili. Il protagonista è un pianista geniale, colto, ricco e bello, con l'elicottero che guida da solo,che  ha una camera speciale con collezioni di frustini e tutta l'attrezzatura specifica per ogni esperienza.Un lettore di mia conoscenza  ha sintetizzato definendola una "porcaverna" Dicono che l'abbia scritto una donna, ma il contenuto di matrice orgiastica maschilista solo parzialmente e goffamente mascherato da ambientazioni romantiche, lascia dei dubbi .Forse è stato scritto in coppia. Lettrici invece entusiaste dicono che abbia  salvato molti matrimoni, perchè insieme alla promozione di  i pad, i phone ( pubblicità  letteraria, una nuova frontiera) vi si narrano, in cornici appunto simil-romantiche, vicende legate al sadomaso e a pratiche alternative. Si osannano pratiche notoriamente più apprezzate e proposte dal mondo maschile Di tale romanzo, scritto male , narrativamente vuoto ed insulso, sgrammaticato e ripetitivo, che pure ha avuto grande successo, sono già presenti in rete svariate parodie, secondo me scritte da puerpere appena ricucite in ospedale che si sfogano sui  tablets.
Già, perchè il sesso in natura serve alla riproduzione, il piacere che ne deriva è solo un incentivo alla salvaguardia della specie.
Suppongo quindi che questa martellante onnipresente campagna pubblicitaria pro -sesso sia un'altra astuta invenzione  maschile per aggirare meglio i compromessi che l'attività sessuale di una coppia spesso impone, che siano figli, fedeltà, contaccezione, aborto o malattie trasmissibili, inciampi che esistono da sempre.Perchè indico il mondo maschile? Perchè penso che sia quello che si può scrollare di dosso questi impicci con maggior facilità o che non ne ha in partenza ( per le note  differenze fisiche, i maschi non rimangono incinti, non hanno parto, puerperio e capoparto ,non hanno il ciclo, soffrono di pruriti più raramente, non vivono la simbiosi col neonato che tanto allonana dai pensieri erotici). Al contario delle donne, loro sono sempre disponibili ed interessati all'attività sessuale e nei secoli, questa differenza ha sempre creato un certo disappunto, molte corna e confusione tra sesso e amore.
Si tratta quindi  di una moderna induzione alla disponibilità, su scala mediatica  globale , per aggirare gli eventuali effetti negativi, che si possono tralasciare semplicemente trovando altri partners.E' necessaria quindi una generale tendenza alla disponibilità. In nome del piacere assoluto per gli uomini  e relativo per le donne.
E'  un segno dei tempi,tutto questo, un normale periodo dell'umanità. Nel 1200 si usava l'amor cortese, nel periodo vittoriano si coprivano le gambe dei tavoli per evitare ogni allusione  e queste tendenze, seppur diverse, son sempre state niente altro che sublimazioni  dell'eterno impulso alla sessualità. Il punto che mi secca è che non se ne parli onestamente. Certo, il parlarne potrebbe sgonfiare questa bolla piccante, non è stimolante ridurla ad un fenomeno di costume da sviscerare.Per questo forse la mattina alle otto incontro donne vestite da prostitute ( calze a rete, gonna corta , trucco e  tinta con pettinature perfetti, unghie artigliate minuziosamente dipinte, tacco altissimo,borchie, paillettes, scolli da infarto , a qualsiasi età)  che vanno a fare la spesa.Se magari ne conosco qualcuna e chiedo loro come mai sono così sexy, ti rispondono convinte  che è per piacere a sè stesse: l'ipocrisia è funzionale all'eccitazione.Non possono risponderti che ormai la loro unica gratificazione nella vita è lasciare il macellaio sovraeccitato alla fine della giornata lavorativa, perchè così si usa in quest'epoca.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...