lunedì 30 aprile 2012

Elsa e Marie Antoinette

Vedo e rivedo volentieri, appena qualcuno me lo mette su, quel film della Sofia Coppola che vinse l'Oscar nel 2007, Marie Antoinette, che onora l'arte cinematografica con tante bellissime immagini e una musica fantastica, limitandosi all'indispensabile  nei dialoghi.L'avete visto?Un tripudio di incosciente dissipazione.
Ogni film, se è di qualità, ha  punto focale che svela un  messaggio sottostante più generalizzato. Definirlo"la morale " del film mi pare riduttivo. Rivedere Marie Antoinette ora che sta accadendo la stessa storia rapace verso il popolo, oggi per pompare soldi alle banche e alla corruzione , allora  per pompare soldi ai regnanti  che conducevano una vita di folli lussi e  che si compravano anche l'America ,trovo che sia illuminante per dare una spiegazione a comportamenti apparentemente inspiegabili  di chi ci sta spingendo nei recinti della UE, anticamera dei mattatoi bancari.

martedì 24 aprile 2012

Lo Spettatore



 In questo disegno a carboncino su coperchio di scatola  di colomba  c'è lo Spettatore.Non voleva essere di ispirazione futurista, ma l'artista, non del tutto padrone delle sue tecniche espressive , non ha saputo farlo diverso.
Lo Spettatore  è intento a guardare qualcosa ,a far lo spettatore, è un trasmettitore di figure , i suoi occhi sono bianchi, le immagini penetrano nel suo cervello senza filtri di alcun tipo. Le immagini sono ricevute dall'area deputata alle emozioni,quella visibile posteriormente al cuore, che a sua volta  è la zona del bisogno di essere amati/considerati.Sopra , in un'area più esterna, ci sono filamenti simili ai capelli.Quello è il senso di confusione presente nel soggetto.Il sorriso sciocco sulla guancia è una conferma dell'incapacità di interpretazione e critica di chi è Spettatore.
E poi c'è il chiodo fisso, che  lascio alla vostra libera interpretazione, ma ha qualcosa a che fare con le ballerine dei varietà, a titolo di indizio.
La pallina che rotola sul fondo sono i pregiudizi  e le aspettive, ossia il concentrato dei file fissi di default, il nucleo della sofferenza umana, del tutto fossilizzato in uno Spettatore,
 in quanto  lo spettatore   non agisce , non inter-agisce, magari provocando una mutazione, pur sempre difficile da realizzare , nella pallina dei file fissi.

lunedì 16 aprile 2012

un gatto goloso

per inciso : apologia della resistenza

Che credete, leggendo queste facezie, che io sia di buon umore? che non abbia una sfilza di problemi? Che avete capito? Ho un sacco di guai. E un sacco di principi. Come la nitro e la glicerina,  evito di avvicinaretroppo i guai ai principi.Scrivo di più perchè in negozio, per citarne uno, ormai è un miracolo se qualcuno compra qualcosa.Allora scrivo, leggo, lavoro a maglia cose improbabili.Un discreto numero di fatture da pagare  intanto si ammucchia nel cassetto.Sono andata a parlare con l'Equitalia  per rateizzare delle rate già  rateizzate da sommare con altre rate che si stanno via via aggiungendo  di vecchie e nuove  imposte che non riesco pagare ( non perchè dovevo recarmi alle Mauritius in vacanza).

domenica 15 aprile 2012

la controcucina. autodifesa dai gastromaniaci

C' è una moda che mi irrita molto in questi ultimi anni. La mania della cucina. Intere trasmissioni televisive sulla frittura di pesce, quiz sulla cucina, sfide varie fra le pentole, discussioni sugli aromi, pornografia culinaria con gente in primo piano che sbafa enormi, instabili hamburgers ripieni di insalata di cavolo, salse  varie e carni miste, che prima ti hanno mostrato come vengono macellate, su tavolacci pieni di queste cataste oscene di pezzi di esseri ex viventi e cotte su  enormi, antiche  piastre o in pentole con croste di ere prime , gocciolanti grassi fumosi che si mescolano a quelli stratificati in precedenti cotture.E alle quali viene raschiata via in primo piano la crosta carbonizzata in un tripudio di versacci golosi.C'è anche un programma in cui un tipo( a vederlo ingannevole, perchè pare di buon senso e buona educazione) finge di dover sopravvivere e viene mostrato in primo piano mentre divora lumache o serpenti o cavallette vive o pezzi di alce decomposto.

sabato 14 aprile 2012

il contronegozio

 -Buongiorno- Buongiorno, posso aiutarla?-Grazie, vorrei dare un'occhiata, vedo che ha cose carine...-
-Ah ,ecco questa abat-jour per esempio, quanto viene?- 180 Euro- -Urgh, è bella ma...-Non li vale? Trova che non li valga?- Il negoziante sembra assertivo, mentre lo dice:-Infatti ha ragione, per quello che è non li vale proprio, calcoli poi che il 21, tra poco il 23 , per cento di questa somma andrà allo stato...-
Ma uno sconticino...-Tenta la trattativa, ancor pensando di essere in un negozio normale:-Sconticino, dice? A chi? A chi lo facciamo questo sconticino?Io non sono mica dell'ufficio IVA ,sa?-No, no, mica dicevo dell'IVA-risponde il cliente confuso-Mi dispiace, guardi lei mi è simpatico,ma non posso più fare sconti da quando ho preso questo franchising, sa, politiche aziendali..- Il cliente s'infastidisce:-Ah, bè, di questi tempi negare uno sconto, non mi pare una politica commerciale corretta- Ma no, cosa ha capito? Vede la scritta sull'insegna? "Contronegozio"? Io qui sono addetto a scoraggiare gli acquisti, è questa la nostra politica commerciale..-

giovedì 12 aprile 2012

La forza e il coraggio

Non è uno dei titoli forti della Fallaci, che io ammiro tanto anche per l'intensità delle sue opinioni.No, qui bisogna fare il contrario, sempre con la forza e il coraggio.
Fate come l'acqua, che scorre ovunque e non ha paura di scendere nei fossi od evaporare o infangarsi o piovere.Diventate acqua, che contiene ed è contenuta ovunque, adattatevi.Con l'arte bisogna fare così, occhi di vetro, come telecamere ,respiro di velluto.
Guardando queste foto, dopo averle decifrate , non vi abbandonate alle vostre impressioni di avversione o gradimento.
Non sguinzagliate il vostro giudizio come fosse  il vostro cane davanti ad un immenso prato senza pericoli, perchè ogni giudizio in verità ne è intriso e comporta irrigidimenti dolorosi. Solo per qualche minuto evitate ogni opinione. Contenete anche le vostre espressioni,NON RIDETE, perchè ridere  o piangere comporta un giudizio.
Parliamone.

lunedì 2 aprile 2012

lo zen e l'arte di vincere alla lotteria

In molti rispondono così ,su cosa farebbero se vincessero qualche decina di milioni di Euro alla lotteria:
" Ah io chiuderei casa e me ne andrei a viaggiare in tutto il mondo".Rispondono che si comprerebbero auto pazzesche, due tre case sparse per il mondo.

sconti gratis

-Buongiorno-tende la mano, è una venditrice. Solo i venditori tendono la mano, gli acquirenti tendono di più a sputarti nell'occhio.
-Buongiorno-rispondo prontamente, una stretta di mano è pur sempre un contatto umano, un gesto di considerazione, di solidarietà, mi ringalluzzisce, ne approfitto subito.
-Sono del Banco XXX, vorrei proporre anche a lei una convenzione FANTASTICA che incrementerà i suoi incassi etc, bla bla.....si tratta di applicare degli sconti...bla bla-
Sono ancora avida di contatto umano formato interscambio, la ascolto pur sapendo che:1 non si tratta ancora di incrementare gli incassi, ma di cominciare a farli e 2 che non mi serve il Banco XXX per fare gli sconti a quelli che volessero farmi realizzare un incasso.Dentro di me si spegne la speranza di entusiasmarmi.
- Allora- spiega la ragazza- Lei aderisce alla convenzione ed applica uno sconto, diciamo del dieci per cento ai suoi clienti che pagheranno con la carta del Banco XXX-Uhmmmm- Ma i suoi clienti in realtà pagheranno per intero e poi noi del Banco XXX gli accrediteremo gli sconti ricevuti dopo qualche giorno...-UHMMMM, la interrompo-Quindi-ma non ci posso credere- Lei dice che io dirò ai clienti che gli faccio lo sconto e poi li farò pagare per intero?-La mia enfatica polemica non viene colta-Sì, sì, e spiegherà loro che lo sconto lo accrediteremo noi più avanti....- Faccio un altra  domanda, per capire se ci fa o ci è:-E quanto mi costerebbe aderire alla vostra convenzione?( ossia fare queste promesse di sconto ai miei clienti che usciranno di qui  storditi e definitivamente convinti che io sia una commerciante imbrogliona ed evasora oltrettutto collusa con le banche XXX? E che me dice delle tasse che io pagherò sugli importi interi battuti alla cassa?Ma , soprattutto, chi è questo genio del Male uscito dalla Bocconi che ha elaborato e proposto  questa mostruosa strategia e chi sono gli aderenti-dementi a questa convenzione???)-Le cose tra parentesi le ho solo pensate, le polemiche sono inutili, meglio tenersi questo barlume di contatto umano.
-Il costo a lei- risponde la truffatrice (ma ci fa o ci è?, non sarebbe più onesto e lucroso organizzarsi a delinquere più esplicitamente?)) ancora sorridente- Sarà del due per cento sugli importi degli sconti ( più, ovviamente, le commissioni sull'uso della carta di credito e le relative telefonate per farla passare), lei pensi ai vantaggi della publicità della convenzione e blablabla...-
Perverso bocconiano. Così le confido- No, grazie signorina, ma non sono interessata. Faccio già gli sconti gratis.-
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...