lunedì 30 gennaio 2012

Tecniche di redenzione

Stanno provando in tutti i modi a redimere il nostro Paese di Mascalzoni, imbarazzati nella limitazione, appresa a loro spese in un passato ancora recente, che la Violenza  serve a poco e genera martiri.( in passato la situazione gli era sfuggita di mano e si sentono ancora un pò in colpa, spero)Allora, si sono detti, come facciamo? Si tratta di una faccenda davvero imbarazzante per i nostri vicini avere dei dirimpettai così chiassosi, ipocriti, scansafatiche, ladri e truffatori come noialtri.Tecniche subliminali.Panem et circenses. Così la pagnotta, di riffa o di raffa, è giunta quasi a tutti in questi ultimi decenni.I pochi che non l'hanno ricevuta sono stati emeriti cretini. Una pensioncina rubata  la possiamo citare quasi tutti  in famiglia,fra i parenti ascendenti o discendenti, solo raramente è necessario arrivare ai collaterali.

venerdì 27 gennaio 2012

nota:italiani e tedeschi, le solite storie

 Nel giorno della Memoria leggo con dispiacere il rinnovarsi di polemiche così sgradevoli da risultare imbarazzanti tra vari portavoce tedeschi ed italiani, gli uni contro gli altri, riesumando come in un disco rotto sempre le stesse argomentazioni.
Ben lontani da qualsiasi più saggia forma di autocritica e di riflessione, ognuna delle parti attacca l'altra  andando a pescare nella storia  e nelle caratteristiche della nazione tutte le nefandezze  attribuibili  alla controparte.
Quindi, riassumendo: noi italiani siamo un popolo di cialtroni  menefreghisti delle leggi, spavaldi palloni gonfiati pronti alla fuga, al furto,alla menzogna non appena ci convenga, una vera spina fra le chiappe dei nostri vicini tedeschi, che , il buon Dio, si è divertito a piazzarci vicino vicino, quando, per differenza, noi avremmo dovuto abitare, per non suscitare tale scandalo , migliaia di chilometri più in là.E invece...Ecco così il periodico riaccendersi  delle sempre stesse discussioni a causa di questa ignominosa e dolorosa vicinanza.Chi scrive è di famiglia per metà italiana e per metà tedesca, quindi è decisamente parte in causa. Dentro di me albergano due spiriti di popolo, in potenza sia  uno Schettino  che l'inflessibile mentalità tedesca  intrisa di proclami razziali e di violenza che tanti danni ha già fatto.E che temo ancora farà.Io, dovendo scegliere tra queste due pessime opzioni, scelgo in ogni caso lo Schettino. Ma più spesso mi vergogno per entrambi. Siamo entrambi grandi popoli  con storia, tradizioni e culture imponenti e straordinarie col vizietto di indulgere  negli stessi errori, ma è giunta l'ora di tracciare una riga ed imparare, senza puntare il dito su nessuno.Spero che il Papa (tedesco)dica qualcosa  sui contenuti dell'articolo di Der Spiegel, che parla ancora di "razza" tedesca, avvalorando come  causa dei nostri guai italiani il fatto che noi non ne abbiamo una. Siamo meticci.Magari simpatici, ma pur sempre bastardi.Vi pare il caso di continuare, dopo un secolo di massacri, due guerre sanguinose, milioni di morti, ancora su questi toni? Che vergogna.La vergogna è l'unica cosa che ci accomuna, si potrebbe trovare di meglio.

mercoledì 25 gennaio 2012

scuola di giornalismo, friggitorie pneumatiche

Come già accennato, la lettura della stampa in genere mi irrita.A questo proposito vi rimando a "convenzionalmente parlando".
La soluzione è semplice; ridurre al minimo la lettura di giornali e al diavolo la Cultura per non invischiarsi in faticose, ariafrittose ricerche di contenuti arricchenti e stimolanti. L'aria fritta mi è indigesta,mi intossica:mi rimane la lingua patinosa e l'alito schifoso, a questo punto mi sacrifico solo per le patatine.

martedì 17 gennaio 2012

censimento dei nani -parte prima

Molti anni fa assistetti casualmente ad una puntata del Maurizio Costanzo Show e non si è mai sbiadito in me il ricordo della signora ospite quella sera che vigorosamente asseriva, tra le risate del pubblico, di coabitare con una famigliola di gnomi. Ne descrisse abitudini ed aspetto e non cedette mai un momento, durante l'intervista, alla tentazione di ritrattare queste bizzarre testimonianze. Era straordinario il contrasto tra la serietà nell'esprimere queste convinzioni e l'assurdità perpepita dei suoi racconti. Comunque la signora mi convinse e ancora oggi ogni tanto penso a lei e mi domando come procede la sua  convivenza. Come vi ho già detto in altre occasioni  sono sempre più convinta  dalle teorie della fisica quantistica che affermano che tutto esiste in base ai nostri punti di osservazione. Siamo noi che estraiamo dal magma quantistico , fatto di tutto mescolato, ciò in cui crediamo o ciò che cerchiamo o ciò che vogliamo vedere. In pratica quindi credo a tutto.Meglio, non escludo niente, ma non ho mai frequentato maghi e cartomanti, beninteso.Per ora.

martedì 10 gennaio 2012

Storielle perfide

Sulla fede
Un alpinista mentre scala  in solitaria improvvisamente cade e rimane appeso nel vuoto alla corde, senza aver possibilità di  aggrapparsi a qualcosa. Dopo aver trascorso i primi minuti nel panico e nel silenzio, inizia ad urlare :"EHIIII EHIIILA' EHII C'E' QUALCUNO CHE MI AIUTI?????!! AIUTOOOOOO! EHIIIII! QUALCUNO MI SENTE??? AIUTOOOO!.. " e così via, va avanti per ore. Dopo un pò   di questo strazio Dio, che tutto ascolta, si impietosisce  e dall'alto dei cieli l'alpinista sente" Ci sono Io figliolo, vieni, ti aiuterò Io , non temere, abbandonati a Me con fiducia..." L'alpinista allora, dopo un momento di sgomento inizia di nuovo ad urlare: "C'E' QUALCUN ALTROOOOOO????"

domenica 8 gennaio 2012

La camicia dell'uomo contento

Attenzione: queste sono considerazioni di un ignorante: se il fatto che un ignorante le esprima vi può irritare vi rammento che potete tranquillamente navigare oltre. Se invece avete il piacere di correggermi la scrivente apprezzerà qualsiasi Vs. intervento che non sia un insulto completamente gratuito.
Avete mai letto la favola "La camicia dell'uomo contento", trascritta da Italo Calvino nelle "Fiabe Italiane"?E' la storia di un re che per salvare sua  figlia malata deve farle indossare la camicia di un uomo veramente felice e così lui lo cerca in ogni dove, fra grandi peripezie e molti finti contenti incontrati. Infine lo trova.E' un contadino, che supera le sue domande per  testare la sua contentezza. Il re dunque gli chiede la camicia, per salvare sua figlia. Ma l'uomo contento non possiede una camicia.

mercoledì 4 gennaio 2012

63 Euro per il futuro

Dal  27 dicembre agli inizi dei saldi sono i giorni dei cambi, l'incubo di ogni negoziante. Quasi tutti verranno senza scontrino perche "Sa , è un regalo"Tutti mi chiederanno quando incominciano i saldi e devo cominciare a fare l'inventario. Nel momento del cambio, i regali vengono spezzettati, trasformati in regali più piccoli e i clienti vogliono nuovi pacchettini, che , cortesemente, dobbiamo fare.In più c'è l'atmosfera melanconica del dopo festa e della torchiatura Monti. Io cerco di fregarmene e mi anestetizzo con le   tombole che organizzo  tutte le sere coi figli e i loro amici e i  vicini di casa; ieri sera si sono divertiti tutti.Quando il più piccolo ha fatto tombola l'ho informato che avrebbe l'indomani dovuto pagare la tassa sulle vincite.

lunedì 2 gennaio 2012

Bene arrivato 2012!

Auguri per un meraviglioso 2012 a tutti!


Da" L'unico mezzo" di Tolstoj.


"Sono duemila anni che agli uomini è stata rivelata questa legge divina: Agisci verso gli altri come tu vuoi che gli altri agiscano verso di te; o come è espressa dal saggio cinese Confucio: Non fare agli altri ciò che non vuoi che altri ti faccia.
Questa legge è semplice, comprensibile ad ognuno e da sicuramente il più grande bene accessibile all'uomo.
Parrebbe perciò che, appena conosciuta questa legge, gli uomini dovessero immediatamente, nel limite del possibile, osservarla essi stessi ed impiegare tutte le loro forze per insegnarla alle nuove generazioni e abituarle a metterla in pratica.
Parrebbe che, da molto tempo, gli uomini dovrebbero agire in tal modo, poiché questa legge è stata espressa quasi simultaneamente da Confucio, da Budda, da un saggio ebreo, Hilel, e da Cristo.
Parrebbe soprattutto che così dovrebbero agire gli uomini del nostro mondo cristiano, che riconoscono come principale rivelazione divina quel Vangelo nel quale è detto precisamente che quel comandamento è tutta la legge ed i profeti, vale a dire tutta la dottrina necessaria agli uomini.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...